Blaise Cendrars

(La Chaux-de-Fonds 1887 – Parigi 1961). Poeta e scrittore svizzero naturalizzato francese. Cendrars – nato Frédéric-Louis Sauser – lascia il paese natale a sedici anni e, dopo una serie di viaggi che lo portano anche in Russia e in Cina, arriva a Parigi nel 1910. Entra in contatto con la realtà culturale della capitale francese e stringe amicizia con numerosi artisti, fra i quali Guillaume Apollinaire, Amedeo Modigliani, Fernand Léger e Marc Chagall. Arruolatosi nella Legione Straniera, partecipa alla Prima guerra mondiale dove rimane ferito, riportando l’amputazione dell’avambraccio destro. Di ritorno dal conflitto bellico, si dedica, oltre alla letteratura, anche al giornalismo (è corrispondente di guerra al seguito dell’esercito inglese nel 1939). Ritiratosi ad Aix-en-Provence durante l’occupazione nazista, rientra a Parigi nel 1950 dove muore nel 1961 per le conseguenze di un ictus. Tra le sue opere principali si ricordano La Prose du Transsibérien (1913), Moravagine (1926) e La Main coupée (1946).
Responsive image
Blaise Cendrars
2015, pp. 104
ISBN: 9788898112081
€ 12,00 -15% € 10,20